Archivio News
Martedì, 30 Gennaio 2018 06:00

Germania: rincaro del rottame - A gennaio toccati i massimi degli ultimi tre anni

Ancora aumenti per il rottame tedesco. Gennaio 2018 si apre, infatti, con lievi rincari per la materia prima, che sale ai massimi dell’ultimo triennio, superando il livello di dicembre scorso.

 

Secondo i dati diffusi dall’associazione dei commercianti di rottame tedeschi (BDSV) le quotazioni hanno fatto registrare un incremento medio di 7,2 euro la tonnellata rispetto al mese precedente, pari al +2,8%. 

Entrando nel dettaglio, l’aumento congiunturale più elevato in termini percentuali è appannaggio del proler, che recupera 10,7 euro la tonnellata per un rincaro del 3,9%. A seguire le torniture (+3,7% - pari a +8,2 euro la tonnellata), il lamierino (+3,0% - pari a +8 euro la tonnellata), il cesoiato (+1,8% - pari a +4,5 euro la tonnellata) e le demolizioni (+1,8% - pari a +4,8 euro la tonnellata).

I rincari medi delle quotazioni nelle tre macro aree nelle quali la BDSV suddivide la Germania sono sostanzialmente omogenei: nel Sud (Baden-Württemberg, Baviera, Saarland) la risalita dei prezzi è stata di +7,92 euro la tonnellata, mentre nell’Ovest (Nord Reno-Vestfalia, Assia, Renania-Palatinato) e nel Nord-Est (Schleswig-Holstein, Macleburgo-Pomerania Anteriore, Amburgo, Brema, Bassa Sassonia, Berlino, Brandeburgo, Sassonia, Sassonia-Anhalt, Turingia) l’apprezzamento è di +6,98 euro la tonnellata.

 

 

 

 

Fonte: siderweb.com

Ultima modifica il Martedì, 30 Gennaio 2018 07:12

icon80x80

 

appstore

googleplay

windows-badge

Calendario News

« Settembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Navigando sul nostro sito, accetti che possiamo utilizzare questi tipi di cookies. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo vedi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.