Lunedì, 21 Settembre 2009 00:00

Focus sulla settimana dal 14/09/09 al 18/09/09

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Italia & prezzi - Dopo la fiammata di inizio settembre, il settore siderurgico sembra essersi preso una pausa di riflessione. Secondo i prezzi rilevati da Siderweb, infatti, la maggioranza dei prodotti siderurgici si conferma sui livelli registrati il 2 settembre scorso, con poche eccezioni. Tra queste, rimangono ancora in territorio positivo il tondo per cemento armato (che sale di 10 euro la tonnellata), la vergella per rete (+25 euro/tonnellata), la vergella da trafila (+15 euro/tonnellata) e, nell’inox, la lamiera 304 (+25 euro/tonnellata) e il rotolo a caldo 304 (+50 euro/tonnellata).

 

Intervista -  «In questa settimana si è registrata molta incertezza sul mercato dei piani ha dichiarato a Siderweb Michael Wolff, trader di Adriacoke -. Fino a fine luglio si sperava in una decisa ripresa dei prezzi e dei volumi, ma ora l’euforia sembra essersi raffreddata». Per ciò che concerne la situazione internazionale «le quotazioni dei coils in Cina sono salite fino ad una settimana fa, poi hanno subito una lieve erosione. Lo stesso vale anche per Stati Uniti e Turchia». Sul versante delle lamiere da treno «il mercato è in condizione più difficile rispetto ai coils, soprattutto per i volumi». Per l’immediato futuro di coils e lamiere da treno «non mi aspetto sensibili miglioramenti prima del primo trimestre 2010».

 

Rottame - Sembra essersi un po’ raffreddato il mercato italiano del rottame negli ultimi giorni. Dopo la fiammata di fine agosto e dei primi giorni di settembre, nel nostro Paese le consegne sono rallentate ed i prezzi hanno subito una limatura rispetto alle punte massime nell’ordine dei 5-10 euro la tonnellata. Secondo gli operatori questa movimento è da imputarsi alla non esaltante domanda dei prodotti finiti, che non consente alle acciaierie di premere sull’acceleratore sul versante della produzione.

 

Bilancia commerciale - Prosegue a marce ridotte il commercio di acciaio con l’Unione europea. Secondo i dati di Federacciai infatti tra gennaio e giugno le importazioni dai Paesi comunitari si sono attestate a 3.258.000 tonnellate, in calo del 49,5% rispetto al 2008. Flessione anche per le esportazioni, scese del 42,3% a 4 milioni di tonnellate.

Migliora la bilancia commerciale con i Paesi Terzi. Tra gennaio e luglio, secondo i dati raccolti da Federacciai, le esportazioni di acciaio italiano verso i Paesi extracomunitari sono state pari a 2.646.000 tonnellate, con un calo del 27,1% rispetto a un anno fa, mentre le importazioni si sono attestate a quota 3.475.000 tonnellate, in contrazione del 46,4% sullo stesso periodo 2008


*********************************
Rispettando la legge sul diritto d'autore, siamo stati espressamente autorizzati da Siderweb S.p.A. alla pubblicazione di parte dei contenuti del sito www.siderweb.com.
Letto 5081 volte Ultima modifica il Venerdì, 15 Marzo 2013 11:21
ESS

icon80x80

 

appstore

googleplay

windows-badge

Calendario News

« Ottobre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Navigando sul nostro sito, accetti che possiamo utilizzare questi tipi di cookies. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo vedi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.