Venerdì, 15 Luglio 2011 00:00

Eurofer - Settori utilizzatori: il tasso di crescita rallenterà nel 2012

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Dopo il giro di boa della prima metà 2011 è già tempo di guardare alla prospettive per il 2012 per i settori utilizzatori di acciaio. Una veduta lunga possibile grazie alle previsioni di Eurofer, che per il prossimo anno annunciano un deciso calo nella crescita di meccanica e automotive rispetto all’anno in corso, un dato che porta la media da un +6% per il 2011 ad un +3,9% per il 2012. Pressoché gli stessi ritmi con cui si dovrebbe presentare anche la seconda parte dell’anno in corso.

alt

alt

alt

Costruzioni – I primi e decisi segnali di ripresa nel settore dovrebbero farsi sentire già nel quarto trimestre del 2011 in cui si dovrebbe riscontare una ripresa superiore al 2% per poi passare ad un inizio di 2012 in riduzione che si tradurrà in una progressiva stabilizzazione. A trascinare il recupero dovrebbero essere ancora una volta Germania, Svezia e Polonia, come già accaduto nel primo trimestre 2011. Alla base per il recupero ci sarebbero anche numerosi progetti di social housing che dovrebbero essere avviati già entro la fine del 2011 mentre sarebbero rimandati al 2012 l’avvio della maggior parte dei cantieri per il non residenziale.

alt

 Ingegneria meccanica – Progressivo e lento ridimensionamento della crescita dell’ingegneria meccanica, finora il vero motore del recupero dell’acciaio europeo. Dopo un secondo anno di netta crescita infatti il comparto dovrebbe assestarsi nel 2012  su ritmi di crescita più moderati seppur importanti con una media di un +5%. Un dato dovuto al ritorno al 100% di capacità di utilizzo grazie al contribuito tedesco, vale a dire che per sostenere ritmi di crescita come quelli del biennio 2010/2011 dovranno essere messi in campo nuovi investimenti per l’incremento della capacità produttiva, date le previsioni di mantenimento su livelli molto positivi della domanda globale.

alt

Automotive – Un indebolimento della crescita dal quarto trimestre del 2011 per il settore automotive, alla luce delle previsioni di conclusione su tutto il territorio europeo dei programmi di incentivazione e di un possibile destoccaggio delle produzioni sin qui effettuate soprattutto da Germania e Francia. Un contributo significativo all’export dovrebbe comunque continuare a venire dai segmenti delle auto di lusso.

alt

Tubi – Stabilità in vista invece per il settore dei tubi. Le previsioni di Eurofer parlano infatti di una sostanziale stabilità del consumi sui ritmi attuali, con qualche tonnellata in più nel primo e terzo trimestre 2012. La domanda dovrebbe concentrarsi soprattutto sui prodotti di medie e piccole dimensioni, utilizzati da meccanica e automotive. Buone anche le attese per i prodotti utilizzati per il comparto Oil date le attese di un mantenimento su livelli elevati per il petrolio.

 

alt

Elettrodomestici – Un 2012 di netta crescita invece nelle previsioni per il settore elettrodomestici. Un’attesa nata dal fatto che in questi ultimi anni la domanda nel settore è rimasta depressa in maniera anomala, facendo slittare sul prossimo futuro le attese per il rilancio che dovrebbe arrivare da un trend di rinnovo da parte dei consumatori e da un recupero in vista anche per l’edilizia residenziale che dovrebbe sostenere a sua volta la domanda.

alt

 

***********************************

Rispettando la legge sul diritto d'autore, siamo stati espressamente autorizzati da Siderweb S.p.A. alla pubblicazione di parte dei contenuti del sito di Siderweb S.p.A.

 

Letto 6724 volte Ultima modifica il Venerdì, 15 Marzo 2013 11:21

icon80x80

 

appstore

googleplay

windows-badge

Calendario News

« Dicembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Navigando sul nostro sito, accetti che possiamo utilizzare questi tipi di cookies. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo vedi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.