News 2018

News 2018 (126)

Lunedì, 10 Dicembre 2018 06:00

Cina: la scarsa domanda rallenta i prezzi

Scritto da

Incertezza nel commercio internazionale e raffreddamento della domanda condizionano le quotazioni dell’acciaio anche i Cina. I prezzi quotati allo Shanghai Steel Index hanno subito nella sessione di oggi una flessione superiore all’1%, che ha annullato il recupero del 2,5% visto nei giorni scorsi. Un calo dovuto secondo gli analisti citati dall’agenzia Reuters dalla flessione della richiesta, che ha reso l’offerta sovrabbondante sul mercato interno cinese.

Rallenta ancora l’attività dei centri servizi piani europei. A ottobre, secondo quanto reso noto da Eurometal, le vendite sono scese del 2,0% rispetto al medesimo mese del 2017, portando il totale dei primi 10 mesi del 2018 a -2,4%.

Nel Regno Unito sono settimane decisive, con l’accordo sulla Brexit appeso a un filo e con esso le sorti dell’economia britannica dei prossimi anni, oltre che le relazioni commerciali tra Bruxelles e Londra.

Eurofer ha ribadito la propria posizione sulla transizione verso un’economia low carbon in occasione della diffusione delle nuove linee guida della "Long-term EU greenhouse gas emissions reductions strategy". Il direttore generale dell’associazione dei produttori siderurgici europei Axel Eggert ha infatti ribadito in una nota come il processo condiviso anche dagli industriali abbia bisogno di un piano più dettagliato.

La siderurgia mondiale prosegue nella sua marcia serrata. Ad ottobre del 2018, infatti, la produzione di acciaio a livello globale ha fatto registrare un incremento del 5,8% rispetto al medesimo periodo del 2017, arrivando a quota 156,583 milioni di tonnellate, con un aumento di 8,557 milioni di tonnellate.


Non accenna ad arrestarsi la crescita produttiva siderurgica degli Stati Uniti.

È durata solo un mese la frenata della produzione siderurgica di acciaio. Con 2,299 milioni di tonnellate prodotti a ottobre, le acciaierie italiane riportano l’output sulla via della crescita, con un +1,1% rispetto al decimo mese del 2017.

Le importazioni rimangono le grandi protagoniste del commercio estero italiano di materie prime, semilavorati e prodotti siderurgici. Secondo i dati Istat elaborati dall’Ufficio Studi di siderweb, infatti, nei primi otto mesi del 2018 gli arrivi hanno superato quota 20 milioni di tonnellate, con un netto incremento rispetto al medesimo periodo del 2017. In aumento anche l’export, seppur con un ritmo più contenuto.

Ha rallentato a settembre la produzione del comparto metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (esclusi macchine e impianti): l’Istat ha registrato una contrazione su base congiunturale dello 0,6%. Se si considera il trimestre luglio-settembre, però, l’andamento torna a essere positivo rispetto ai tre mesi precedenti (+0,7%).

Boom produttivo per l’acciaio statunitense. La scorsa settimana, quella tra il 5 e il 10 novembre, le acciaierie a stelle e strisce hanno sfornato oltre 1,9 milioni di tonnellate di acciaio, il 12,1% in più rispetto allo stesso periodo del 2017.

Pagina 1 di 9

Euro Sider Scalo S.p.A.
Via degli Emigranti, 9
25040 Cividate Camuno (Bs) Italia
Tel +39 0364 340206 - Fax +39 0364 340209

Sede legale e amministrativa Via degli Emigranti, n° 9 25040 Cividate Camuno, BRESCIA Cap. Soc. € 2.000.000 i.v. Reg. Imprese Brescia n. 35883 R.E.A di Brescia n.302331 C.F.02887820179 - P.IVA 00701510984

© 2017 Euro Sider Scalo. All Rights Reserved. Designed By Digima