Archivio News

Negli ultimi quattro anni non si era mai restati al di sotto dei 10 milioni di tonnellate nel quinto mese dell’anno. Un risultato che non può che allarmare, anche se la spiegazione potrebbe avere un nome ed un cognome: altiforni Ilva. Sono infatti i piani ad affossare i livelli produttivi nazionali rispetto alle annualità precedenti. I lunghi, nel dato cumulativo a quattro mesi sono solo dello 0,4% al di sotto del 2014 (grazie anche al +10,4% di aprile rispetto al 4° mese del 2014), ben diversa la situazione dei piani, che fanno segnare un -18,8%, pari a quasi un milione di tonnellate di gap.

Pubblicato in News 2015

È il presidente dell’associazione Antonio Gozzi a chiarire la posizione di Federacciai sulla decisione di Eurofer di presentare un reclamo formale alla Commissione Europea contro presunti aiuti di Stato all’Ilva.
«Purtroppo non ho potuto essere presente alla discussione del punto specifico per un black-out in aeroporto a Bruxelles che ha comportato notevoli ritardi – spiega Gozzi -. Abbiamo presentato una richiesta di un rinvio del punto in esame che però è stata ignorata.

Pubblicato in News 2015
Mercoledì, 12 Novembre 2014 10:41

«Buco» italiano, festa franco-tedesca

Il «nemico» è alla frontiera, e non perdona. Ogni minima esitazione può essere fatale. Sono bastati pochi mesi di incertezza gestionale, nell'ormai nota stagione di difficile governabilità dell'Ilva, perché il mercato italiano dell'acciaio venisse aggredito con facilità dai nostri competitor stranieri. Turchi, russi, indiani, ma anche francesi, tedeschi e olandesi. Con la crisi di Taranto c'è chi ha festeggiato.

Pubblicato in News 2014

Tornano in piazza i lavoratori Lucchini, a pochi giorni dalla scadenza da parte del governo dei 30 giorni necessari alla valutazione del piano industriale presentato dal commissario Piero Nardi.

Pubblicato in News 2013

Si riporta di seguito la lettera inviata lunedì 23/09/2013 da Romano Pezzotti, Presidente della sezione Rottami di Assofermet, a Mario Tagarelli, Flavio Zanonato, Claudio de Vincenti ed Enrico Giovannini nella quale, a nome dell'Associazione, si chiede una rapida ed esaudiente soluzione della situazione che si è venuta a creare a seguito delle vicende occorse dal 10 settembre e che hanno portato alla chiusura degli stabilimenti di Riva Acciaio.

Pubblicato in News 2013

Sebbene le ragioni siano differenti, l’onda anomala che si è abbattuta sulla siderurgia italiana da ciclo integrale non ha risparmiato nessuno. E anche il futuro delle realtà in questione – Trieste Servola, Piombino e Taranto – potrebbe essere legato a doppio filo.

Pubblicato in News 2013

Raggiunto telefonicamente nel viaggio di ritorno da Taranto a Roma, Massimo Mucchetti, presidente della commissione Industria al Senato, ha la voce stanca, ma le idee più chiare dopo aver ascoltato e toccato con mano le realtà tarantine legate alla vicenda Ilva.

Pubblicato in News 2013

La commedia dell’assurdo. Ricorre a questa metafora per descrivere la situazione dell’Ilva di Taranto, dopo i recenti provvedimenti della magistratura, il presidente di Federacciai Antonio Gozzi.

Pubblicato in News 2013
Lunedì, 13 Maggio 2013 13:05

Arriva un tavolo di crisi per l'acciaio

FONTE: ilsole24ore.com - 08/05/2013

I due poli nazionali di Lucchini e di Ilva, e poi Beltrame e Berco, e il difficile nodo di Acciai speciali Terni. La crisi della siderurgia italiana ha raggiunto una soglia di allarme. Settimana dopo settimana, i tavoli di crisi si sommano ad altri tavoli, rafforzando la convinzione che i primi campanelli di allarme rappresentati dai due principali poli siderurgici italiani, Ilva e Lucchini, non sono isolati: le difficoltà delle aziende siderurgiche italiane hanno matrici comuni e vanno affrontate insieme.

Pubblicato in News 2013

Euro Sider Scalo S.p.A.
Via degli Emigranti, 9
25040 Cividate Camuno (Bs) Italia
Tel +39 0364 340206 - Fax +39 0364 340209

Sede legale e amministrativa Via degli Emigranti, n° 9 25040 Cividate Camuno, BRESCIA Cap. Soc. € 2.000.000 i.v. Reg. Imprese Brescia n. 35883 R.E.A di Brescia n.302331 C.F.02887820179 - P.IVA 00701510984

© 2017 Euro Sider Scalo. All Rights Reserved. Designed By Digima