Archivio News

Terzo giorno dopo la scadenza dell’11 dicembre e secondo appello da parte delle autorità cinesi al rispetto degli impegni sullo status di economia di mercato.
Questa volta è il ministro del commercio Gao Hucheng che ha ripubblicato sul sito del ministero l’editoriale apparso sul People’s Daily in cui chiede agli stati aderenti al WTO il rispetto degli impegni.

Pubblicato in News 2016

Il tempo stringe. E l’Europa rischia di perdere l’ultima occasione per proteggere le proprie produzioni manifatturiere di fronte al dragone cinese. A poco più di un mese del riconoscimento a Pechino, da parte del Wto, dello status di economia di mercato, a Bruxelles si è concluso in un sostanziale nulla di fatto il Consiglio europeo dedicato ai temi del commercio internazionale.

Pubblicato in News 2016

Dopo l’annuncio di luglio arriva la proposta ufficiale. Venerdì 11 novembre i ministri del Commercio dell’Unione dovranno votare la proposta di modifica del sistema di difesa commerciale dell’unione. Il testo ed i contenuti della proposta così come quest’estate sono stati presentati in conferenza stampa dal vice presidente della Commissione Ue Jyrki Katainen e dalla commissaria al commercio Cecilia Malmström.

Pubblicato in News 2016

Lo si era intuito già nel corso della conferenza stampa a seguito dell’ultimo Consiglio Europeo. Ma ieri il presidente della Commissione Europea Jan-Claude Junker lo ha detto in maniera ancor più esplicita, spiegando nel corso dell’eurogruppo che l’Ue sulla base dei meccanismi previsti dal WTO ha «l’obbligo» di riconoscere lo status di economia di mercato alla Cina.

Pubblicato in News 2016

Un nuovo approccio per provare a bypassare l’impasse della concessione di un possibile status di economia di mercato alla Cina. Un nuovo approccio frutto anche del vertice Cina-Ue della scorsa settimane, che fonda la propria strategia su tre assi fondamentali: il rispetto da parte dell’Ue degli impegni WTO, la separazione della questione della concessione dell’economia di mercato alla Cina dalle pratiche antidumping e una profonda riforma del sistema di protezione commerciale dell’Ue che non prenda più in considerazione lo status di economia di mercato o meno di un paese, ma il fatto che vi sia la presenza o meno di pratiche di dumping statale nella sua economia.

Pubblicato in News 2016

Dopo il Parlamento, anche il Comitato Economico e Sociale Europeo manda un segnale forte alla Commissione Europea sulla contrarietà alla concessione dello status di economia di mercato alla Cina. Con l'approvazione quasi all'unanimità (194 favorevoli e solo quattro contrari) dei pareri forniti dalla CCMI (Commissione Consultiva per le Trasformazioni Industriali) a firma del relatore Barceló Delgado e dei correlatori Enrico Gibellieri e Gerhard Kreuzer, di fatto anche i membri del CESE si aspettano un parere contrario della Commissione al Mes.

Pubblicato in News 2016

I decisori politici «devono mantenere la loro posizione» rispetto alla non concessione di status di economia di mercato alla Cina nel vertice Ue di domani, mercoledì 13 luglio. È questa l’esortazione di Eurofer riportata in una nota per la stampa e rivolta alla politica continentale, caldeggiata a dire no a Pechino, in quanto non ancora ottemperante dei suoi impegni con l'OMC.

Pubblicato in News 2016

Brexit, Mes alla Cina, Ilva, Action Plan dell'acciaio. Sono stati questi alcuni dei temi trattati nel tavolo di lavoro degli Stati Generali dell'ACCIAIO dedicato alla nuova geografia dell'acciaio. Tavolo moderato dal direttore di Siderweb Stefano Ferrari, a cui hanno partecipato il vicepresidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani, il presidente di Federacciai Antonio Gozzi ed il presidente di Assofermet Acciai Tommaso Sandrini.

Pubblicato in News 2016

«Il Governo cinese sta spingendo le aziende nazionali ad effettuare acquisizioni all'estero, una pratica che è stata criticata nella dichiarazione del maggio 2016 dai leader del G7. Gli investimenti stranieri sono i benvenuti nell’UE, ma solo in condizioni eque di mercato e senza provocare distorsioni».

Pubblicato in News 2016

Questa volta l’acciaio ha fatto sentire il proprio peso. Almeno stando alle dichiarazioni di voto dei vari parlamentari europei, quasi tutti concordi sulla mancanza dei requisiti di base da parte dell’economia cinese per la concessione dello status di economia di mercato allo stato attuale delle cose. Nel corso delle dichiarazioni di voto sulla risoluzione non vincolante approvata oggi, in molti hanno comunque manifestato la disponibilità a riparlarne nel momento in cui vi sarà una vera svolta per l’economia cinese. Ma non ora.

Pubblicato in News 2016
Pagina 1 di 2

Euro Sider Scalo S.p.A.
Via degli Emigranti, 9
25040 Cividate Camuno (Bs) Italia
Tel +39 0364 340206 - Fax +39 0364 340209

Sede legale e amministrativa Via degli Emigranti, n° 9 25040 Cividate Camuno, BRESCIA Cap. Soc. € 2.000.000 i.v. Reg. Imprese Brescia n. 35883 R.E.A di Brescia n.302331 C.F.02887820179 - P.IVA 00701510984

© 2017 Euro Sider Scalo. All Rights Reserved. Designed By Digima